portale internet  di informazione e promozione delle aziende olivicole italiane

 
 

 

 
Homepage
Le aziende olivicole
I consorzi di tutela
Concorsi
Eventi e Manifestazioni
News
Le Cultivar
Dop
Bio
Oli extravergini  dop bio
Disciplinari
Normative e Regolamenti
La Certificazione HS
high standard
Classificazione degli oli di Oliva
Sagre dell'olio
Ricette Tipiche
News dalle aziende
Vocabolario specifico per l'olio d'oliva
Vocabolario generale Analisi sensoria
Legislazione comunitaria
in materia di etichettatura degli oli di oliva
 

I PRINCIPALI CONCORSI
NAZIONALI E INTERNAZIONALI

 

PREMIO BIO INDICE
Anni
precedenti
2007
2006

 

PREMIO BIOL 2008

regolamento
richiesta di partecipazione
Le aziende partecipanti
e premi speciali
I Risultati del concorso 2008

Olio biologico, torna a vincere la qualità italiana
Il Premio Biol al siciliano “Cherubino” di Terraliva

Per il maggior concorso olivicolo al mondo riservato agli extravergini bio verdetti e premiazioni al Congresso mondiale Ifoam di Modena. Secondo posto e premio Biolblended a oli pugliesi, terzo a un calabrese. Spagnolo il miglior estero, giunto quinto; Biopack a un australiano. E vari altri riconoscimenti. Chiude così la XIII edizione della kermesse - quest’anno abbinata al BiolFish - tenutasi a fine aprile in Puglia con una settimana di eventi tra convegni, gastronomia e cultura
Tinio Cavvarra Il Vincitore del Premio Biol 2008MODENA – Sicilia, Puglia, Calabria: quest’anno provengono dal Sud Italia le punte d’eccellenza dell’olivicoltura biologica mondiale. E’ infatti l’extravergine siciliano “Cherubino” dell’azienda Terraliva di Siracusa il miglior extravergine bio del 2008: lo sancisce il principale verdetto del Premio Biol, l’evento che da tredici anni assegna i più importanti riconoscimenti mondiali del settore. Secondo posto assoluto al “Bio Dop Dauno Gargano” dell’azienda Sio di Carpino, terzo al calabrese “Librandi Monocultivar Nocellara del Belice” prodotto da Librandi a Vaccarizzo Albanese, nel cosentino. Miglior olio straniero, al quinto posto, lo spagnolo “Rincon de la Subbetica” prodotto da Almazaras a Cordoba (Andalusia). Se si pensa che quest’ultimo era arrivato primo assoluto nella scorsa edizione, e aggiungendo che quest’anno anche il premio Biolblended (miglior olio imbottigliato e commercializzato con marchi non del produttore) è andato a un italiano, il pugliese “Casa di Caroli” di Puglia Alimentari (Martina Franca), ecco che dalla proclamazione dei vincitori, avvenuta a Modena durante il Congresso mondiale Ifoam, emerge un ritorno della qualità tricolore. Dopo le preselezioni territoriali in Italia e all’estero la giuria internazionale - sottolinea il coordinatore del Biol Nino Paparella - ha testato i 310 oli finalisti (nuovo record) giunti da 19 Paesi: Albania, Arabia, Argentina, Australia, Cile, Croazia, Giordania, Grecia, Israele, Italia, Libano, Nuova Zelanda, Palestina, Perù, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia e Usa. Un’occasione per conoscere e confrontare le più diverse culture olivicole, che ha comunque ribadito la crescita media di molte produzioni estere, dalla Spagna alle più sorprendenti Nuova Zelanda e Turchia. Con un’attenzione crescente anche per i consumatori>>. Non a caso viene dall’Australia un altro importante verdetto dell’evento organizzato dal CiBi e promosso da Camera di Commercio di Bari, assessorato regionale all’Agricoltura e ministero delle Politiche agricole: il BiolPack per la miglior accoppiata etichetta-packaging, vinto dal “Kalis” dell’azienda omonima di Osborne Park.

I lavori concorsuali della fase finale si sono svolti a fine aprile a Monopoli, a sud di Bari, durante la XIII edizione del Biol, quest’anno unitosi al BiolFish, progetto Interreg sull’acquacoltura bio e la pesca ecocompatibili. Un binomio che ha fruttato una settimana con quotidiane iniziative di studio, gastronomia e cultura all’insegna dell’abbinata olio e pesce biologici, e che ha anche portato ai primi riconoscimenti: il BiolKids, aggiudicato dalla giuria degli studenti al fruttato medio pugliese “Marcinase” dell’azienda Minervini di Molfetta; BiolEthic per il miglior contributo etico, all’olio “Mount Of Olives Oil” della cooperativa palestinese “Al Reef”, e il BiolPhoto, concorso fotografico vinto da Antonella Roscino di Conversano per la sezione olio e Vito Centomani di Monopoli per la sezione mare (secondo posto rispettivamente al monopolitano Giancarlo Bellantuono e all’indiano Rabin Chakraborty). Per tutti gli altri riconoscimenti territoriali: www.premiobiol.it.
Un po’ biofesta un po’ fiera, la kermesse monopolitana ha offerto vari momenti: a partire dalla convegnistica, con l’incontro a cura dell’Osservatorio Internazionale Olivicoltura Biologica, più altri due sui temi dell’acquacoltura e delle comunità costiere del Mediterraneo, nonché la presentazione dei risultati delle ricerche Icea-Coispa su pesca ecosostenibile e acquacoltura bio. Sul versante gastronomico, poi, degustazioni e appuntamenti culinari ogni giorno, a pranzo e a cena, con i cicli “Osterie del Pesce” (menù BiolFish proposti dai ristoratori locali) e i laboratori degustativi “Officina del Gusto”, fino alla frittura finale di pesce organizzata in piazza dai pescatori di Monopoli. E ancora: momenti didattici come il primo corso in Italia sull’acquacoltura bio, la mostra internazionale degli oli e quella fotografica del concorso BiolPhoto, l’esposizione BiolFish con stand, percorsi e tradizioni, i bioitinerari, una rassegna internazionale di cortometraggi sulla biodiversità, reading, performance teatrali e concerti.

Il Biol si svolge in collaborazione con enti locali e vari organismi di settore tra cui Ifoam, Comune di Monopoli, Aiab Puglia, Icea - Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale, Consorzio Puglia Natura, Comune di Andria e Acu. L’Interreg BiolFish è invece promosso dalla Regione Puglia (capofila) e le organizzazioni Aiab Veneto, Aiab Puglia, Icea, CIBi, Consorzio Puglia Natura, Coispa, partner albanesi e croati, nonché le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna.

 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT - ALBERGHI-ITALIA.IT TIPICODITALIA.IT  OLI-ITALIA - TURISMO.IT  - TURISMO1.IT - BIO.IT  - DOC.IT - DOCG.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti