portale internet  di informazione e promozione delle aziende olivicole italiane

 
 

Manifestazioni ed Eventi

Homepage
Indice Abruzzo
Le aziende olivicole
I consorzi di tutela
Concorsi
Eventi e Manifestazioni
News
Le Cultivar
Dop
Bio
Disciplinari
Oli extravergini Dop - Bio
Sagre
Ricette
News dalle aziende
Normative e Regolamenti
La Certificazione HS
high standard
Classificazione degli oli di Oliva

Vocabolario specifico per l'olio d'oliva

Vocabolario generale Analisi sensoria

Legislazione comunitaria
per  etichettatura degli oli di oliva

Speciale Vinitaly 2009

OTTIMISMO, QUALITA’, FIDUCIA: L’ABRUZZO PARTE ALLA GRANDE
La 43 esima edizione del Vinitaly si apre con la consegna della Medaglia Cangrande a Nicola D’Auria. Nella prima giornata di degustazione la Regione indica le proprie linee guida per il futuro.


Si è aperta stamane, a Verona la 43esima edizione del Vinitaly, rassegna enologica internazionale. A tagliare il nastro il Ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia, cha ha dichiarato: “Servono regole ben precise per il settore vitivinicolo adeguate al territorio per evitare concorrenza sleale”.

Grande fermento al padiglione 11 dell’Abruzzo dove sono presenti 89 aziende su 1500 metri quadri di esposizione. Un’edizione, questa che, secondo l’Assessore regionale all’Agricoltura Mauro Febbo, nasce secondo i migliori auspici. “Il settore vitivinicolo – ha spiegato – è per la nostra regione tradizione e innovazione. Le nostre imprese confidano nella ripresa del mercato visto il momento di recessione internazionale. I nostri produttori stanno già negoziando dalle prime ore di questa mattina e questo è un segnale importante. Il vino può essere il traino dell’intera economia della regione”.

Nicola D’Auria, produttore di vino da tre generazioni con l’azienda vinicola Dora Sarchese di Ortona, ha ricevuto questo pomeriggio la “Medaglia di Cangrande”. Il premio viene assegnato ogni anno per ciascuna regione italiana al “Benemerito della vitivinicoltura”. Un titolo, dunque, che riconosce in Nicola D’Auria il produttore abruzzese che nell’ultimo anno ha valorizzato al meglio i vitigni locali consolidando anche la qualità delle produzioni del territorio.
“Sono orgoglioso di questo riconoscimento – ha dichiarato D’Auria al momento della premiazione - e grato a chi mi ha permesso di riceverlo. Un premio che va non solo a me ma anche a tutta la mia famiglia”.
Nicola D’Auria è inoltre amministratore dell’omonima distilleria, nota in Italia per l’eccellenza nella qualità dei prodotti finiti e la garanzia di genuinità.

Gli appuntamenti di degustazione si sono aperti con la presentazione delle sottozone del Montepulciano d’Abruzzo, guidata da Adua Villa, sommelier ufficiale del programma quotidiano Rai 1, “La Prova del Cuoco”. “La regione – ha affermato Adua Villa – sta puntando con decisione sulla qualità produttiva, in costante crescita. Ora, il passo successivo per una crescita ulteriore è presentare un’Abruzzo coeso che valorizza il territorio. Per raggiungere questo obiettivo la regione ha lavorato molto sulle doc che presentano oggi nuovi disciplinari sempre più orientati alla qualità.”
L’esempio più significativo è il Montepulciano d’Abruzzo che, durante la degustazione di Vinitaly, ha presentato le cinque sottozone previste dal nuovo disciplinare.
Lavorare bene con un ottimo rapporto qualità prezzo rende l’Abruzzo vincente non solo in Italia ma anche all’estero.

Soddisfazione è stata espressa anche da Dino Di Vincenzo, Presidente del Centro Interno Camere di Commercio: “Vedere questi risultati – ha dichiarato - è una gioia per i lavoratori, per le cantine e per il popolo abruzzese che si è imposto con il Montepulciano d’Abruzzo”.

Al Vinitaly, dunque, si respira ottimismo, come confermato anche da Donatantonio De Falcis, Direttore Arssa. “Questo è un avvio che poggia sulla fiducia; le imprese confidano nella ripresa del mercato. L’Abruzzo si presenta a questo appuntamento arricchendo la propria gamma di offerta e dimostrando una qualità dei propri prodotti ancora superiore.”



Durante la prima degustazione, per spiegare le sottozone del Montepulciano d’Abruzzo sono stati presentati i seguenti vini:


Sottozona Casauria:
Az. Agr. Ciccio Zaccagnini Montepulciano d’Abruzzo “San Clemente” 2006
Az. Agr. Tiberio Montepulciano d’Abruzzo “Althea” 2006

Sottozona Terre dei Vestini:
Az. Agr. Contesa Montepulciano d’Abruzzo “Amir” 2006
Az. Agr. Torre Raone Montepulciano d’Abruzzo “San Zopito” 2006

Sottozona Alto Tirino:
Az. Agr. Luigi Cataldi Madonna Montepulciano d’Abruzzo “Tonì” 2006
Az. Agr. Valle Reale Montepulciano d’Abruzzo “Valle Reale 2006”

Sottozona Valle Peligna:
Antica Casa Vinicola Italo Pietrantonj Montepulciano d’Abruzzo “ Cerano 2005”
Cantina Valpeligna Montepulciano d’Abruzzo “Don Peppe 2003”

Sottozona Teate:
Cantina Tollo Montepulciano d’Abruzzo “Cagiolo” 2006
Citra Vini Montepulciano d’Abruzzo “Laus Vitae” 2003


Al termine delle degustazioni, i giornalisti e gli operatori intervenuti, hanno potuto degustare le specialità gastronomiche regionali presso il ristorante Abruzzo.

 

Lorolio, un premio che guarda al mediterraneo
I risultati e gli sviluppi per le prossime edizioni del concorso regionale per gli oli extravergini di oliva d’Abruzzo
In Abruzzo si è svolto per il terzo anno consecutivo un concorso regionale di oli extravergini di oliva. Come le precedenti edizioni si è trattato di un successo per l’organizzazione e per la partecipazione.
Infatti, la commissione di assaggio che ha lavorato, all’intero della splendida cornice del Castello Chiola di Loreto Aprutino, dal 25 al 30 aprile 2008 era costituita da un folto gruppo di giudici internazionali. Il capo-panel Marino Giorgetti (capo-panel del concorso internazionale SOL d’Oro di Verona) come nelle passate edizioni ha costituito una giuria composta da esperti italiani (provenienti da diverse regioni) ed internazionali (questt’anno dalla Grecia e dalla Croazia mentre nelle precedenti edizioni erano stati coinvolti giudici spagnoli). La giuria era costituita da esperti assaggiatori Luciano Pollastri (da Pescara), Maria Grazia D’Angelo (da Lanciano-CH), Arnaldo Serraiocco (dall’ Istituto per l’Elaiotecnica di Città S. Angelo – PE), Lorenzo Cerretani (dall’Università di Bologna), Gino Sagrato (dal Panel di Imperia), Mirella Zanetic (dall’Istituto di ricerca per le colture mediterranee di Spalato, Croazia), da Vassilis Kamvisis (da Atene), da Michele D’Apolito (Monte S. Angelo-FG) e da Tullia Gallina Toschi e Sara Barbieri (entrambe provenienti dall’Università di Bologna).

Sono stati numerosi anche gli oli in concorso, ben 98. Gli oli in concorso sono stati suddivisi nelle 4 categorie: extravergine, DOP, biologico e monovarietale. Per ciascuna categoria sono stati votati i tre migliori prodotti: nella categoria extravergine si sono classificati nell’ordine il Frantoio Montecchia (Morro d’Oro-TE), Della Fazia (Rocca San Giovanni-CH) e l’Antico Frantoio Ciabarra (Silvi-TE); per la DOP i migliori 3 sono risultati prodotti da tre aziende agricole, nell’ordine Az. Agr. Forcella (Città S. Angelo-PE), Az Agr. De Antoniis e Az. Agr. Speranza. Per il biologico il migliore è risultato il prodotto dell’Az. Agr. Persiani (Atri-TE) seguito da Az. Agr. Selva d’Abruzzo (Moscufo-PE) e Oleificio San Giacomo; infine nella categoria monovarietali si è aggiudicato il più alto gradino del podio l’olio prodotto in purezza dalla varietà Intosso dell’Az. Agr. Forcella (Città S. Angelo-PE), seguito dalla cultivar Tortiglione dal Frantoio Montecchia (Morro d’Oro-TE), e sempre da olive Intosso è stato ottenuto il terzo classificato dell’Az. Agr. Di Giacomo (Moscufo-PE).

La manifestazione di consegna dei premi è iniziata sabato 30 marzo a Moscufo con la consegna del premio Lorolio packaging alla migliore veste grafica che è stato seguito da un convegno sull’utilizzo degli oli in cottura. Le premiazioni si sono svolte a Loreto Aprutino (PE) domenica 31 marzo, ed hanno partecipato numerosi produttori ed amministratori locali.
L’appuntamento è stato fissato per il prossimo anno, con l’idea di estendere il concorso al di fuori dei confini regionali in concomitanza dei Giochi del Mediterraneo che nel 2009 si svolgeranno nella città di Pescara.


Fonte @ Teatro Naturale Tutti i diritti riservati
04 Aprile 2008

 
 
 
 
 
   

contatti

 

Adesione al portale

 

aziende  affiliate


 
DORMIREINITALIA.COM - VINI-ITALIA.IT - ALBERGHI-ITALIA.IT TIPICODITALIA.IT  OLI-ITALIA - TURISMO.IT  - TURISMO1.IT - BIO.IT  - DOC.IT - DOCG.IT

partita iva 00732490891

© Art Advertising

NOTE LEGALI

Art Advertising  non è collegato alle aziende ed ai siti recensiti e non si assume responsabilità sulla veridicità dei dati inseriti